l’Acqua Perniciosa:

Acqua che per sua natura nasce come acqua pura ed incontaminata, destinata alla nutrizione e all’utilizzo umano e che improvvisamente si trasforma in acqua inquinata e contaminata, a tal punto da essere profondamente compromessa, insana e velenosa da essere causa di malori, malattie, disabilità e morte.Per acqua perniciosa s’intende quel tipo di acqua che arriva a contenere quantità e varietà di contaminanti organici e d’inquinanti, tali da compromettere qualunque assere vivente cha la ingerisca. La perniciosità deriva dalla devastante pericolosità dovuta al suo repentino cambiamento dovuto alla normale idea di bere da una fonte incontaminata da sempre, che in passato era perfettamente pura tanto da essere una sicurezza di genuinità e nutrimento ed ora come una subdola sostanza velenosa rischia di essere causa di patologie letali. L’acqua perniciosa torna alla ribalta come termine attuale e unico per indicare una situazione particolarmente critica se non addirittura compromessa dei nostri sistemi di trasporto dell’acqua. Infatti Il termine pernicioso sembra un termine ricercato perché poco usato ma identifica esattamente le dinamiche di non potabilità che più del 70% dei comuni italiani affronta con ordinanze restrittive, che molto spesso vengono emanate con notevole ritardo.

Se si considerano gli elevati costi e gli enormi interessi che girano intorno alle acque gestite da enti privati, si capisce subito che non siamo al sicuro. Queste nuove situazioni portano le amministrazioni e le ASL a essere poco affidabili, perché chiudere, l’acqua comporta nuovi e più forti ceppi batterici, infatti, le carenze stagionali di acqua e il conseguente razionamento, provocano cali di pressione, chiusura di condotte, con relativa essiccazione dei tubi e stagnazioni d’acqua, che sono la causa del 90% dei disturbi intestinali e delle così detti mali di stagione. È per questo motivo che ci affidiamo alle strutture di trasporto dell’acqua sperando che siano ben mantenute e che i vecchi e mitici acquedotti Romani diano sempre acqua buona, ma questi sono fatiscenti e sempre più contaminate e devastati da infiltrazioni e da ossidazioni.  Considerando che a tutto questo si aggiunge l’insorgere medio di 4 o 5 nuovi inquinanti all’anno e un aumento delle contaminazioni con che in molti casi non vengono neanche considerate, perché non si hanno abbastanza informazioni per dichiarare una sostanza nociva per l’uomo, se non si hanno precedenti clinici che lo certificano. Il termine pernicisa e il suo significato giusto ed esatto e preciso, rende giustizia ad un vocabolario ormai devastato da termini inglesi o dialettali, mentre la riscoperta di questa parola porterà ad apprezzare la semplicità con cui copre una voragine della lingua italiana che doveva articolarsi in complicate similitudini o svariati sinonimi per dare il suo semplice concetto. L’italiano arcaico ha molte parole come PERNICIOSO e PERNICIOSA che dovrebbero essere riscoperte ed apprezzate, prima di perderne la memoria e la cultura dei nostri avi e del modo in cui erano riusciti a CONIARE un particolare vocabolo senza ricorrere ai soliti vocaboli anglosassoni come pecetta.